Sei in: Home › Attualità › Notizie › Appello al mondo del calcio: il 23/24 aprile scendano il campo con lo striscione “Verità per Giulio Regeni”
Martedì, 29 marzo 2016

Appello al mondo del calcio: il 23/24 aprile scendano il campo con lo striscione “Verità per Giulio Regeni”

regeni

«La storia di Giulio deve essere tenuta legata al contesto di sistematica violazione dei diritti umani in Egitto». Lo ha detto il portavoce di AMNESTY International Italia, Riccardo Noury, nella conferenza stampa a palazzo Madama con i genitori di Giulio Regeni, il giovane ricercatore italiano ucciso al Cairo.

Noury ha ricordato che nel 2015 in Egitto sono state 464 le sparizioni forzate di persone e 676 i casi di tortura. Nel 2016 sono già 88 i casi di tortura, con 8 morti.

Amnesty International Italia, Coalizione Italiana Liberta’ e Diritti civili (CILD) e Antigone lanciano anche un appello al mondo del calcio. Domenica 3 aprile le organizzazioni saranno al campo Gerini – in via del Quadraro 311 a Roma – dove gioca l’Atletico Diritti, squadra nata dalla volontà di Antigone e Progetto Diritti, con il patrocinio dell’Università Roma Tre. Prima della partita, a partire dalle 15.00, sarà esposto lo striscione “Verita’ per Giulio Regeni” e la stessa scritta sarà composta sul campo.

«Rivolgiamo un appello alle altre squadre e a tutte le tifoserie affinché per la giornata di campionato che si terrà il prossimo 23 e 24 aprile possano replicare questa iniziativa, scendendo in campo con maglie o cartelli ed esponendo striscioni con scritto Verita’ Per Giulio” dichiarano Antonio Marchesi, presidente di Amnesty International Italia e Patrizio Gonnella, presidente di CILD e Antigone. «Dobbiamo tenere alta l’attenzione affinché questa vicenda non venga rimossa dall’agenda politica- concludono i due presidenti- anche per la dignita’ del nostro Paese».

Commenti